SANTICOSMAEDAMIANO.EU


Vai ai contenuti

ARTIGIANATO

CULTURA E TRADIZIONI

Un artigianato tipico e di antica tradizione è la lavorazione della "STRAMMA".
La Stramma è un tipo di erba perenne molto resistente, diffusissima nella nostra zona, il suo nome nella lingua italiana è Ampelodesma e quello scientifico, invece, è Ampelodesmos tenax Link, dove etimologicamente Ampelodesmos sta a significare legame per viti e con tenax la tenacia dell'erba.

Questa pianta erbacea appartiene alla famiglia delle Graminacee, si presenta a cespugli, foglie lineari e i margini ruvidi. La pianta è anche indicata con nome generico di sparto o tagliamani, per via delle foglie taglienti, era conosciuta fin dall'antichità e anche Plinio il Vecchio la menzionò nella sua "Naturalis Historia".

SCOPE E CESTI DI STRAMMA

Nella frazione di Ventosa si lavora da tempi antichi la "stramma".
La produzione carattestica, con le tecniche tramandate da padre in figlio, è la produzione di oggetti in strame, dalla raccolta della materia prima nei campi fino al prodotto finito. La falciatura si esegue prima dello spuntar del sole, quando il cespuglio è ancora umido di rugiada; il materiale poi è sottoposto a battitura e ridotto a strisce intrecciate. Lo strame, detto "stramma", viene utilizzato per l'impagliatura di sedie, per la produzione di cestini e sporte da lavoro, suppellettili etc. Una volta questa era l'attività principale per molte famiglie o complementare al lavoro agricolo, oggi è una attività amatoriale.


Torna ai contenuti | Torna al menu