SANTICOSMAEDAMIANO.EU


Vai ai contenuti

CULTURA E TRADIZIONI

CULTURA E TRADIZIONI

La posizione geografica del comune di Santi Cosma e Damiano è importante ai fini della cultura e tradizione di questo paese. È un centro del basso Lazio e con esso si delimitano i confini con la Campania; apparteneva al Regno delle Due Sicilie prima dell'Unità d'Italia e quindi faceva parte della "TERRA di LAVORO" del Regno dei Borboni.
Sia le tradizioni che la cultura erano basati su uno stile di vita contadina, infatti, la popolazione si manteneva sulla pastorizia e sull'agricoltura. L'agricoltura era di sussistenza, di tipo familiare, dove al lavoro dei campi partecipava l'intero nucleo familiare che nel passato era in media numeroso. Il grano era il prodotto più coltivato a cui seguivano il granturco e ortaggi vari. L'olivo con il suo olio era, ed è ancora oggi, una produzione molto diffusa nel paese e nel comprensorio, con la tipica pianta d'olivo denominata "ITRANA" e con le sue olive conservate in acqua e sale che sono conosciute in tutto il mondo con la denominazione di "Olive di Gaeta".
La vite, invece, era coltivata per un consumo ristretto del vino nell'ambito della famiglia.

La cultura contadina portava a delle tecniche artigianali di produzione di formaggi con latte esclusivamente prodotto dagli animali delle proprie stalle, e anche la produzione di salumi come salcicce e capicolli proveniva dal maiale paesano, con un rito festoso quando era il momento dell'uccisione dell'animale, che riuniva tutta la famiglia per la lavorazione della carne, selezionata in vari tagli e senza nessun scarto.



Menu di sezione:


Torna ai contenuti | Torna al menu