SANTICOSMAEDAMIANO.EU


Vai ai contenuti

LA FACCIATA

I SANTI PROTETTORI > LA CHIESA

Guida Storico-Artistica Della Chiesa dei Santi Cosma e Damiano

La Facciata
La piazza principale del paese dei Santi, come tutto l'abitato del resto, è dominata dalla imponente Chiesa Patronale posta molto in alto rispetto al livello della stessa, che l'alto squadrato Campanile e la slanciata facciata accentuano ancora di più. La facciata attuale di stile razionalistica, costruita nell'immediato dopoguerra su progetto dell'arch. L. Bruzio, ha sostituito quella secentesca distrutta dagli eventi bellici che si presentava con un assetto alquanto diverso, anche se di essa ha mantenuto la classica struttura tripartita corrispondente alle tre navate interne ed alcuni elementi architettonici seppure semplificati. L'antica facciata impostata classicamente, era divisa nell'ordine inferiore in tre parti corrispondenti alle navate, da eleganti lesene con capitello ionico, gli stipiti e l'architrave dei tre portali non erano molto dissimili dagli attuali.

FACCIATA SEICENTESCA DELLA CHIESA DI SANTI COSMA E DAMIANO PRIMA DEL 1944

Nell'ordine superiore, la parte centrale con una grande finestra rettangolare terminava con un coronamento semilunare raccordato con due leggere volute baroccheggianti alla sommità delle navate laterali a coronamento piatto, l'ordine inferiore terminava con un cornicione orizzontale aggettante. La facciata, come del resto l'attuale, si eleva su un podio a terrazza unito alla piazza da una scala a tenaglia, cui si accedeva da un cancello in ferro battuto posto tra due colonne rettangolari con coronamento cuspidale, non più ripristinato nella ricostruzione. La facciata attuale, a coronamento piatto, è anch'essa divisa in tre parti, la parte centrale è caratterizzata da tre alti archi ciechi in mattoni e da una alta monofora posta sul portale principale.

Nelle parti laterali più basse si aprono, sui due portali minori, due trifore con pilastrini in mattoni, e sono chiuse ai lati estremi da due lesene pure in mattoni. La presenza di elementi architettonici in numero di tre (tre navate, tre portali, tre archi, le trifore della facciata, come le finestre in gruppi di tre su ciascun lato del campanile) è evidente richiamo simbolico alla Santa Trinità. Nella fascia terminale in alto è posta la semplice iscrizione dedicatoria "In onore dei SS. Cosma e Damiano", sull'architrave delle due porte laterali è la bella iscrizione in lingua latina sulle virtù taumaturgiche dei due Santi Medici di cui si riporta, in versione libera, la traduzione:

L'alma Natura crea la Vita
I medici somministrano i medicamenti
Ma la natura e i medici
Spesso causano la morte

Per tuo merito o Cosma
E per tuo merito o Damiano
Ci è donata la salute e la Salvezza
Il corpo ottiene la vita
Lo Spirito si volge verso le Stelle.



CHIESA DEI SANTI COSMA E DAMIANO VISTA DA PIAZZA TOMASO ROSSI


Tratto dal libro:
I SANTI COSMA E DAMIANO TESTIMONI DELLA FEDE E DELLA CARITA'
Prof. Almerindo Ruggiero


Torna ai contenuti | Torna al menu